Archivi del mese: Gennaio 2012

Tanti auguri a me!

Sembra un post autocelebrativo, ma in realtà è un post per mostrare i regali ricevuti con qualche giorno di anticipo da due bravissime compagne di cucito. Anzi, più che compagne, si tratta della Maestra di cucito, che ha realizzato per me una borsa a dir poco giraffica

con una pochettina tenera e costellata da giraffine

La Maestra in seconda invece ha cucito questa meravigliosa giraffa…

Bella vero? Sembra non le manchi niente, vero? Sbagliato! Le manca un giraffo…. 😉

Grazie ad entrambe!!!

Full immersion

Ciao a tutte,

breve post dedicato alle crocette: sono stata a dir poco monotona negli ultimi mesi, non riuscendo a ricamare nient’altro che i miei orsi della Dimension…

In effetti i progressi dopo tante crocette si vedono, ma lo schema è ancora lontano dall’esser finito! Sto cercando di rimetterli nell’armadio per un po’, in modo da provare a finire qualche altra tela, ma non sono sicura che se ne staranno buoni nel cassetto!

Buona domenica a tutte!

Tartan produzione

E’ stato un inizio anno piuttosto produttivo per me, sotto il profilo della tartan-attività (per chi ancora non conoscesse l’associazione Le TartaNrughe, visitate il nostro sito!).

Intanto ho passato capodanno a cucire 35 sacchettini per l’associazione abc burlo, uno dei nostri partner, che li utilizzerà per le loro bomboniere solidali. So che visti così sembrano solo dei pezzi di stoffa, ma per fortuna non stava a me “farcirli” e infiocchettarli… mica ho le manine della mia amica Anna!

Poi mi sono buttata su quattro ricami dell’associazione Sogni d’Oro, che da quest’anno, accanto alle tradizionali copertine, realizza dei coprigambe, sempre da donare a bimbe e bimbe. Le Tartanrughe realizzeranno 3 coprigambe, io ho rotto il ghiaccio cucendo i primi quattro soggetti, per passarli poi alle abili manine di Tartansilvia, che li ha quiltati e bordati.

Infine, ecco le bamboline che ho realizzato lo scorso anno sempre con le Tartanrughe; la buona volontà c’era, ma l’arte di disegnare i visi è ancora da conquistare, se solo un’amica Riccia prendesse a cuore la faccenda…. 😉

Ciao!

Baby esperimento

Per la serie quante cose vorrei fare ma quanto poco tempo ho, ecco un esperimento realizzato ormai parecchi mesi fa, che non avevo ancora postato perchè avrei voluto, nel frattempo, replicarlo con nuove stoffe e dettagli. Tant’è…

Si tratta di una maglietta piccola piccola che ho decorato in applichè con il disegno di una bimba; l’aspetto speciale del progetto è che si tratta di una produzione di Rosi e mia. Io le ho lanciato l’idea, mostrandole dei bellissimi esempi che avevo trovato in rete, e lei ha disegnato la bambina da applicare, che poi ho, prendendomi qualche “licenza creativa” per non impazzire, realizzato.

Questo è il risultato ed essendo il prototipo di questa coproduzione, è stato regalato alla piccola Giulia (così la mamma può studiare eventuali varianti :p).

Ho almeno altre due magliette bianche nell’armadio… e non è detto che non ne compri altre a breve… quanto ad utilizzarle… questo è un altro discorso! A presto!

Manichini Tilda

Uno dei progetti della Tilda che ho sempre voluto realizzare sono i manichini angeli… li trovo molto eleganti, mi piace giocare con gli abbinamenti delle stoffe e negli ultimi mesi non faccio che imbattermi in fantasie super azzeccate per questo tipo di progetto. Sono anche tutto sommato semplici da realizzare, se avete qualcuno che li assembla per voi (io ho il Giraffo….).

In principio c’è stato l’esperimento per Rosi… d’altra parte la mia prima sperimentazione sul tema Tilda è stata realizzata a casa sua, era destino…

A seguire, la maggior parte delle festeggiate di ottobre/novembre (ho talmente tante amiche che compiono gli anni in questi due mesi che a metà settembre ho già l’esaurimento nervoso) li ha ricevuti declinati nei toni del grigio perla… (l’esaurimento ha fatto sì che ne fotografassi 2 su…6?)

Il Generale l’ha ricevuto in viola, per restare abbastanza fedeli alla definizione di “Generale in lilla”…

E gli altri? Sono ancora sotto le zampe del Giraffo, alla prossima!

P.S.: Volete sapere la verità? Sapete perchè ci ho preso così gusto con questi manichini? Perchè un amico molto gentile e generoso ha ben pensato di donarmi un’intera “cassa” di basi per manichini. Capite? Uno scatolone intero di basi tagliate appositamente per me…. Devo pur dargli soddisfazione!

Cucito compulsivo

Lo dico da tempo che cucire è terapeutico, almeno per quelle a cui piace.

Una sera di dicembre, stressata dallo studio, mi sono rintanata nella stanza del cucito; non avevo la testa per iniziare qualche progetto nuovo, volevo solo tenere le mani – e la Berni – impegnate. Così ho messo le mani su un pannello con delle sagome di bavaglini già belle disegnate, un po’ di spugna bianca ed ecco una bella scorta di bavaglini pronta!

 

  

 

Tutti diversi, tutti molto simpatici, in buona parte unisex come colori. Se vi dovessero servire… fate un fischio!

Il primo Tartan-gadget

In occasione della cena natalizia dell’associazione Le Tartanrughe volevo realizzare un regalino per tutte le socie, ma qualcosa che fosse speciale, unico come il nostro tartanrugoso gruppo, qualcosa che ci facesse riconoscere al primo sguardo, un segno distintivo da sfoggiare nelle uscite di gruppo (Vicenza aspettaci!).

E così è nata la tartanspilla! Grazie a Rosi che mi ha disegnato la sagoma, grazie alle compagne di cucito a cui ho rubato di nascosto i primi rudimenti per cucire il pannolana, grazie a Larry che ha dimostrato subito entusiasmo!

L’originale è quella in alto a sinistra, che ricalca fedelmente il nostro logo, le altre sono personalizzazioni pensate per alcune amiche speciali; mi accorgo che manca quella di Larry, che era così carina che gliel’ho consegnata prima ancora di fotografarla (ha le forbicine sul guscio!).

Però a dicembre il tempo stringeva e così da gadget l’idea si è trasformata in kit: le tartanamiche han ricevuto tutto l’occorrente per realizzare la loro spilla, non vedo l’ora di vedere se e come hanno personalizzato il progetto!

Volete conoscere meglio l’associazione? Siete talmente rapite dalla bellezza del gadget che volete iscrivervi subito? E’ appena partita la campagna iscrizioni 2012, leggete il nuovissimo tartansito!

Chiedo scusa alle amiche che hanno lasciato la mail per ricevere i post perchè ne avranno ricevute tantissime negli ultimi due giorni. Stiamo inserendo i vecchi post di Wonderstitchers ed ovviamente il sito li prende come nuovi post ed invia le mail. Abbiate pazienza!

Brunch d’inverno a casa Giraffi

La prima volta che l’ho fatto, mi han presa per matta. Che cosa? Invitare i nostri amici&parenti a colazione. Sì, sì, proprio a colazione, non pranzo, non cena, nè spaghettata di mezzanotte nè the delle cinque. Proprio colazione.

Devo dire che la mia fama di cuoca discreta ha fatto sì che gli amici, per quanto scettici, accettassero l’invito; i genitori son arrivati dopo aver bevuto caffè al bar, la nonna puntava tutto sugli aperitivi del Giraffo. Ma alla fine anche i più perplessi ed assonnati han concordato sul nuovo trend lanciato dai Giraffi. Alla prima colazione ne è seguita una seconda, nel frattempo abbiam cominciato a chiamare “brunch” l’evento, soprattutto per garantire la presenza di alcune portate salate nel menù ed il prolungamento dell’orario di ospitalità ben oltre la fascia della classica prima colazione.

Ed eccoci quindi a domenica 8 gennaio 2012, ore 10.00, Casa Giraffi:

La tavola si presentava così, ordinatissima per un attimo, pronta ad accogliere tanti ospiti affamati (speriamo!).

Il menù di questo brunch maculato prevedeva:

pancakes con frutta fresca e sciroppo d’acero (capostipite indiscusso dell’evento)

muffin con gocce di cioccolato

polentina (dolce morbido) bicolore allo yoghurt

crostata di ricotta ed uvetta

cocchini (ricotta-nutella-cocco-slurp)

ananas elegantemente tagliato dal Giraffo

sfogliatine del Generale con olive nere e wurstel

toast prosciutto formaggio

torta salata alle melanzane

rotolo con radicchio di treviso, speck e scamorza

Bevande: caffè, the, spremuta d’arance fresche, succhi di frutta, prosecco e i famigerati aperolspritz del Giraffo!

Vi sembra troppo? Eravamo una ventina più 4 bimbi e mezzo…

Appuntamento a primavera per il prossimo brunch!

Un coniglietto tutto rosa

Le amiche più affezionate forse si ricorderanno del coniglione realizzato per il primo compleanno della piccola Elisa quest’estate; trovata finalmente la stoffa rosa (una via di mezzo fra un peluche ed una spugna, non troppo peloso ma morbidissimo) ho cucito un coniglietto di dimensioni “regolamentari” (andava spedito…) per la piccola Noemi.

Lo so, è una bestiola un po’ strana, con queste zampe lunghe lunghe, ma spero che Noemi si sia fatta incantare dalle lunghe orecchie, dai fiocchi e dal suo morbidissimo abbraccio!

Ora che ho fatto un po’ di pratica vorrei provare con un’orsetta, se solo riuscissi a trovare un bel marrone, nei miei negozi di fiducia mi propongono solo colori impensabili… ma io non domordo!

Buona giornata!

Un Natale pieno di cuori

Rieccomi! Che bello, ho accumulato qualche foto (anche qualche foto più carina del solito, grazie al consorte che, forse forse, ci sta prendendo gusto e che già pretende una macchina fotografica decente… soprassediamo) dei regali cuciti negli ultimi mesi, che un po’ alla volta pubblicherò. Ma prima vorrei ringraziare tutte le amiche che sono venute a trovarmi su questo nuovo blog maculato; un particolare grazie va però a Larry che, non paga di aver ideato il sottotitolo del blog (…a piedino libero), ha anche scritto un tanto esilerante quanto per me imbarazzante post di lancio per il nuovo lagiraffa.me. Se avete voglia di farvi una risata leggete qui.

Ma veniamo ai regali di Natale: ho passato diverse serate seduta per terra in mezzo al soggiorno scottandomi le dita con la colla a caldo, ma finalmente ho preso il ritmo con i cuori con le rose.

Li ho usati come regalini per alcune amiche e colleghe, mi piacciono un sacco e sono piuttosto veloci da fare… una volta capito come cucire i boccioli.

Il più bello è quello per Larry, il più rosso ovviamente. In queste foto era già fasciato di rafia per incatenarlo ad un pacco in carta riciclata…

A presto, per un regalo “morbidoso”.

Buon anno dalla Giraffa!

Anno nuovo, blog nuovo! Ebbene sì, il 2012 per me inizia con un nuovo, molto giraffico e molto rosa, blog, regalo di Natale del Giraffo, frutto della sua pazienza (ne dovrà avere ancora molta!), unita ai disegni della mia grafica preferita Rosi la Riccia e degli indispensabili consigli tecnici di Larry e Zzi.

Negli ultimi quattro anni ho postato insieme alle mie inseparabili amiche su Wonder Stitchers, poi l’annunciata chiusura di splinder mi ha dato l’occasione di realizzare qualcosa che fosse totalmente a mia immagine e somiglianza. Ovviamente il blog è ancora in costruzione, ci sono molte cose da aggiungere, il Giraffo sta facendo pratica con wordpress ed una serie di altri programmi, ma intanto è ora di cominciare a postare.

Inizio dalle decorazioni natalizie che sono riuscita a fare per casa nostra: quest’anno il tempo era davvero poco ed è bastato solo per qualche decorazione per il nostro albero “albino” (come lo definisce il Giraffo), cuori ed orsetti fatti con due bellissimi lini della Stoff comprati a Vicenza.

Sperando di ritrovare presto su questo nuovo blog giraffico vecchie e nuove amiche, auguro a tutti uno splendido 2012!

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Codice di Verifica
    captcha

    Digita il codice di verifica (Richiesto)

    archivio

    Le mie stoffe