Archivi del mese: Gennaio 2014

Bag organizer: ormai è mania!

Mi spiace per quelle a cui (ancora) non piacciono, ma non posso più fare a meno… Di cosa? Ma di creare nuove bag organizer! Complici delle nuove stoffe appena arrivate e delle fantasie meno nuove rispuntate al momento giusto, non faccio altro che provare accostamenti, tagliare e cucire. Ecco due delle nuove nate.

La prima è molto simile alla capostipite, quella che ho tenuto per me: le fantasie sono molto moderne ed accattivanti, quella che preferisco è certamente la stoffa con i grandi pois che ho utilizzato per le taschine laterali.

La seconda, grazie al tono quasi militare del verde, si mimetizzerà perfettamente nelle borse o si farà notare se portata da sola come una miniborsa.

Se anche voi siete state contagiate dalla mania delle bag organizer, fate una visita alla mia pagina etsy 😉

Buona giornata!

Il corredino di Vittoria – prima parte

Pronte per un post stucchevole?? Ok, io vi ho avvisate!

Un paio di mesi fa una cara amica mi ha investita di un compito meraviglioso: realizzare un ricco corredino per il bambino, o la bambina, di un collega. La proposta, già di per sé bellissima, si è ancora più allettante quando si è saputo che il fiocco sarebbe stato rosa. Nooooooooon che io abbia preferenze di colore, ma avendo delle nuovissime stoffe che non vedevo l’ora di utilizzare… Perfetto! Così, nelle ultime settimane ha preso forma questo corredino zuccheroso.

Bavaglini in quattro fantasie, una pochette ed un sacchetto di stoffa…

Una dolce ippopotamina ed un asciugamano con il nome della piccola…

Il tutto coordinato, ovviamente, con tutte queste fantasie è stato facile e divertente.

Il Giraffo si è sbizzarrito particolarmente con le foto, mi sa che regalargli il flash a Natale è stata un’idea azzeccata, che dite?

Il corredino non finisce qui; prossimamente la seconda parte. Nel frattempo, buona domenica a tutti!

Bag organizer: nuove fantasie!

Ebbene sì, la produzione compulsiva è ripartita 😉 Dopo aver esaurito le mie “scorte” in occasione del Natale, ho ricominciato a cucire le mie adorate bag organizer.

Tutto merito di queste magnifiche stoffe, acquistate un paio di mesi fa, che mi sono divertita a mescolare fra loro in tre modi diversi.

Fantasie molto diverse fra loro, ma comunque legate da un filo conduttore, attraverso vecchi caratteri di stampa, scritte a mano, dettagliate immagini di farfalle, numeri e misure che ricordano i vecchi metri di legno.

La funzione è sempre la stessa, ovvero permettere a noi donne di tenere in ordine gli oggetti che dobbiamo sempre avere con noi e trovare al volo. Se volete togliervi uno sfizio o provarle come regalo per l’amica del cuore, la mamma o la collega trendy le trovate sulla mia pagina etsy!

La produzione continua: ho un sacco di abbinamenti possibili in testa, ma il tempo ultimamente è particolarmente tiranno e la Bernina tira un po’ il fiato… Ma ci rifaremo!

Cuci e Vinci: l’epilogo

Siamo arrivate all’epilogo di questo primo “Cuci e Vinci”: amiche e amici di facebook hanno votato senza risparmiarsi i sei bellissimi quaderni in gara; quello che ha ottenuto più mi piace è stato quello di Barbara di Briciole di fantasia, un tripudio di sartine laboriose, passamanerie ed accessori vari.

E’ stato poi il momento di sorteggiare la vincitrice del premio dedicato alle votanti; trovate le foto dell’estrazione che ha visto vittoriosa la mia amica Anna sulla pagina facebook.

Congratulazioni alle due vincitrici ed un affettuoso grazie per aver accolto con entusiasmo questa nuova iniziativa giraffica; più persone mi hanno chiesto se ci sarà un bis e… Potrebbe esserci nei prossimi mesi! Voi intanto portatevi avanti con qualche quaderno, che male non fa 😉

A presto con nuove creazioni!

Tutorial grembiulino da bambino

Dopo aver accontentato le bambine con un grembiulino bordato da un romantico volant, oggi pensiamo ai maschietti con un grembiule ideale per incoraggiare i loro esperimenti in cucina. E’ adatto ai bambini dai 4 anni in su, che lo potranno usare per parecchio di tempo, giocando ai piccoli Masterchef.

Partiamo dalla lista dei materiali:

– 45 x 46 cm di tessuto per il davanti del grembiule;

– 10 x 28 cm di tessuto per il bordo superiore della pettorina;

– 4,5 x 45 cm di tessuto per ognuno dei 4 lacci (io ho utilizzato due fantasie diverse per renderlo ancora più movimentato);

– 3 rettangoli larghi 16,2 cm ed alti 17 cm per le 3 tasche (possono essere tutti diversi oppure, come ho fatto io, due uguali ed uno diverso);

– 54 x 46 cm di tessuto per il retro del grembiule;

– filo per cucire.

Ora prepariamo il cartamodello: scaricate il file cliccando qui, stampatelo (è il formato pdf, non dovreste avere problemi con le dimensioni; in ogni caso, controllate le misure del quadrato di verifica), ritagliate i 3 pezzi e congiungeteli fra loro con l’aiuto di un po’ di scotch, facendo combaciare a due a due le coppie di lettere.

Pronte? Si parte! Prendete la stoffa per il davanti del grembiule, piegatela a metà (ottenendo un rettangolo da 45 x 23 cm), stirate leggermente sulla piega; prendete il cartamodello, piegatelo sulla linea tratteggiata in modo da ridurlo e sovrapponetelo alla stoffa (seguite l’indicazione del lato in cui dev’esserci il tessuto piegato); spillate in modo da fissare il cartamodello alla stoffa e tagliate l’eccedenza.

Ottenuta così la prima parte del grembiule, togliete la carta, riaprite la stoffa e stirate per eliminare la piega. Sovrapponete, diritto contro diritto, il rettangolo di staffa di 10 x 28 cm al bordo superiore della sagoma del grembiulino appena ritagliata (attenzione se la stoffa ha un verso!), spillate e cucite a distanza piedino (io ho utilizzato il piedino da 0,6 cm).

Eliminate gli spilli e stirate bene, sia sul davanti…

…che sul retro, aprendo la cucitura.

Piegate a metà la sagoma del grembiule, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello non piegato, fissate con gli spilli e tagliate via l’eccedenza.

Prepariamo le tasche: sovrapponete, diritto contro diritto 2 dei rettangoli e cuciteli lungo una delle altezze (17 cm).

Ripetete la stessa operazione per attaccare il terzo rettangolo, quindi stirate bene sia sul davanti…

…che sul retro, aprendo le cuciture.

A questo punto piegate ora su se stesso il bordo superiore della vostra striscia per poco meno di 1 cm, stirate bene e piegate nuovamente per un cm, stirate per fermare la piega.

Cucite a distanza piedino lungo tutto il bordo superiore in modo da finire l’orlo.

Appoggiate la striscia delle tasche sopra la sagoma del grembiule, facendo coincidere i bordi inferiori dei due pezzi; spillate bene e cucite lungo le due cuciture delle tre tasche. Potete mimetizzare la cucitura ripassando sulla cucitura che univa i rettangoli fra loro oppure fare una cucitura evidente: io ho cucito a zig zag utilizzando un filo che risaltasse sulle stoffe. Fissate inoltre le tasche al grembiule cucendo i bordi laterali ed inferiore della striscia delle tasche. Utilizzate il piedino normale spostando l’ago al massimo in modo da ridurre il margine di cucitura.

Passiamo ai lacci: prendete le 4 strisce di tessuto (io ne ho fatte due un po’ più corte e due un po’ più lunghe per sfruttare dei pezzi di tessuto già tagliato, voi potete considerare una lunghezza media di 45 cm). Su ciascun laccio dovete eseguire i passaggi indicati nella foto seguente: piegate un lato corto per circa 1 cm e stirate; piegate uno dei lati lunghi per circa 1 cm (o meno) e stirate; ripetete la stessa cosa sull’altro lato lungo, sempre stirando bene; infine piegate tutto a metà nel senso della lunghezza e cucite la striscia ottenuta, tenendovi ad un paio di millimetri dai due lati lunghi che avete fatto combaciare. Notate che otterrete così un capo ben rifinito e uno no, non importa, perché il secondo capo verrà infilato in cucitura e non si vedrà.

Fissate i 4 lacci alla sagoma del grembiule con degli spilli; fate attenzione a lasciare liberi i capi rifiniti dei lacci. Tenetevi ad 1 cm circa dagli angoli.

Passiamo al retro: piegate la stoffa su sé stessa, ottenendo un rettangolo da 54 x 23 cm, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello, spillate e ritagliate l’eccedenza.

Togliete spilli e carta, aprite e stirate la carta in modo da eliminare la piega e sovrapponete, diritto contro diritto, la sagoma del retro al davanti del grembiule. Facendo attenzione a tenere “dentro” i lacci (ben distesi), spillate tutto intorno e cucite a distanza piedino, lasciando un tratto aperto su uno dei lati (io ho utilizzato il piedino da 0,7); così facendo dovreste essere sicure di coprire le cuciture fatte precedentemente per fissare le tasche.

Togliete gli spilli, tagliate gli angoli ed eseguite dei taglietti lungo tutti i margini curvi, vi aiuterà a rigirare più facilmente il grembiulino.

Rigirate il grembiulino, passando un bastoncino o una matita dall’interno per fare uscire bene le cuciture tutto intorno. Stirate bene e cucite lungo tutto il bordo tenendovi a circa 0,5 cm dal bordo, chiudendo così il tratto lasciato aperto per rigirare. Se vi piace, potete fare una o più cuciture lungo il bordo inferiore della striscia di tessuto coordinato della pettorina, magari con un filo di colore contrastante.

Il grembiulino è pronto per essere indossato da un piccolo aspirante chef!

Spero che questo tutorial possa tornarvi utile 😉

Se poi non avete voglia o tempo per cucire… Date un’occhiata al mio negozietto etsy, magari trovate qualche idea regalo che faccia il caso vostro!

Cuci e Vinci: via alle votazioni!

Questa notte è scaduto il termine per partecipare al “Cuci e Vinci”, il primo concorso dell’anno per questo blog; sono molto contenta perché l’idea è stata accolta con molta simpatia da un sacco di amiche, tanto che ci potrebbe essere un seguito nei prossimi mesi… Ma veniamo a noi. Le partecipanti che hanno postato una foto della loro creazione sulla pagina facebook della Giraffa sono ben sei (Lara, Silvia, Roberta, Laura, Anna e Barbara); tutti i lavori sono belli, molto diversi fra loro e tutti personalizzati, chi ci ha inserito un ricamo, chi l’ha ricoperto di cuori, chi ci ha applicato passamanerie e bottoncini… Insomma, avrete l’imbarazzo della scelta! Sì, perché adesso tocca a tutte voi scegliere il vostro progetto preferito, la cui autrice vincerà il premio promesso.

Ma, come promesso, c’è di più: fra tutte le votanti verrà sorteggiata una vincitrice che riceverà…

Un quaderno ad anelli rivestito, tanto per restare in tema!!

Poche regole per partecipare:

– andate sulla pagina facebook lagiraffa.me

– già che ci siete, se non l’avete ancora fatto, cliccate “mi piace” (grazie!!)

– guardate bene le foto delle nostre partecipanti, scegliete quella che vi piace di più e cliccate “mi piace”; per favore, cliccate solo sul vostro quaderno preferito

– avete tempo fino alle ore 20.00 di domenica 19 gennaio 2014

– tornate a trovarmi dopo il termine per scoprire quale fra le sei creative si sarà aggiudicata i fat quater in palio e chi avrà vinto il quaderno porta cartamodello targato La Giraffa.

In bocca al lupo a tutte!!

 

Tutorial grembiulino da bambina

Nuovo appuntamento con i tutorial della Giraffa; oggi vi mostro come realizzare un grembiulino per una bambina, molto simile a quelli che avete visto nei mesi scorsi sulle pagine di questo blog. E’ adatto alle bambine dai 4 anni in su, che lo potranno usare per un sacco di tempo, grazie a dei comodi lacci che permetteranno alle piccole cuoche di adeguare il grembiulino alla loro (crescente) altezza.

Partiamo dalla lista dei materiali:

– 45 x 46 cm di tessuto per il davanti del grembiule;

– 10 x 110 cm di tessuto per il bordo superiore della pettorina e per il volant;

– 9 x 110 cm di tessuto per i lacci (io ho utilizzato la medesima fantasia del punto precedente);

– 54 x 46 cm di tessuto per il retro del grembiule;

– filo per cucire e per imbastire.

Ora prepariamo il cartamodello: scaricate il file cliccando qui, stampatelo (è il formato pdf, non dovreste avere problemi con le dimensioni; in ogni caso, controllate le misure del quadrato di verifica), ritagliate i 3 pezzi e congiungeteli fra loro con l’aiuto di un po’ di scotch, facendo combaciare a due a due le coppie di lettere.

Pronte? Si parte! Prendete la stoffa per il davanti del grembiule, piegatela a metà (ottenendo un rettangolo da 45 x 23 cm), stirate leggermente sulla piega; prendete il cartamodello, piegatelo sulla linea tratteggiata in modo da ridurlo e sovrapponetelo alla stoffa (seguite l’indicazione del lato in cui dev’esserci il tessuto piegato); spillate in modo da fissare il cartamodello alla stoffa e tagliate l’eccedenza.

Ottenuta così la prima parte del grembiule, togliete la carta, riaprite la stoffa e stirate per eliminare la piega. Prendete la striscia di stoffa coordinata alta 10 cm, eliminate la cimosa e tagliate un pezzo da 28 cm. Sovrapponetelo, diritto contro diritto, al bordo superiore della sagoma del grembiulino appena ritagliata (attenzione se la stoffa ha un verso!), spillate e cucite a distanza piedino (io ho utilizzato il piedino da 0,6 cm).

Eliminate gli spilli e stirate bene, sia sul davanti…

…che sul retro, aprendo la cucitura.

Piegate a metà la sagoma del grembiule, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello non piegato, fissate con gli spilli e tagliate via l’eccedenza.

Prepariamo il volant: piegate a metà nel senso della lunghezza (diritto contro diritto) quello che rimane della striscia di tessuto coordinato alta 10 cm.

Cucite a distanza piedino i due lati corti e tagliate l’angolo, come indicato nella foto.

Risvoltate la stoffa facendo particolare attenzione agli angoli, stirate la striscia ottenuta e fate una cucitura (a macchina, allungando il punto diritto) in modo da tenere insieme i due lati lunghi. Fate attenzione a tenervi il più possibile vicino al bordo della stoffa (io ho utilizzato il piedino base della macchina spostando al massimo l’ago a lato).

A questo punto bisogna arricciare la stoffa lungo il lato lungo sul quale avete appena fatto la cucitura; io utilizzo il piedino pieghettatore della Bernina (un oggetto meraviglioso, che se amate i volant quanto me dovete proprio farvi regalare alla prima occasione). Se non disponete di questo aiuto, nessun problema: con il filo da imbastitura fate un punto filza lungo il bordo, poi tirate un po’ alla volta facendo arricciare la stoffa in modo il più possibile omogeneo. L’obiettivo è di far combaciare la striscia arricciata al bordo inferiore della sagoma del grembiule (lasciate libero solo 1 cm della sagoma del grembiule per ogni lato); sovrapponete, diritto contro diritto (fate sempre attenzione se la fantasia del vostro volant ha un verso!), come indicato nella foto. Spillate e cucite; anche in questo caso, tenete l’ago un po’ spostato a lato, in modo da fare una cucitura più stretta rispetto alla normale “distanza piedino”).

Passiamo ai lacci: prendete il tessuto da 9 x 110 cm, eliminate la cimosa e tagliatelo a metà sia nel senso della lunghezza, che nel senso della larghezza, ottenendo così 4 strisce uguali da 4,5 x 54 cm circa.

Su ciascun laccio dovete eseguire i passaggi indicati nella foto seguente: piegate un lato corto per circa 1 cm e stirate; piegate uno dei lati lunghi per circa 1 cm (o meno) e stirate; ripetete la stessa cosa sull’altro lato lungo, sempre stirando bene; infine piegate tutto a metà nel senso della lunghezza e cucite la striscia ottenuta, tenendovi ad un paio di millimetri dai due lati lunghi che avete fatto combaciare. Notate che otterrete così un capo ben rifinito e uno no, non importa, perché il secondo capo verrà infilato in cucitura e non si vedrà.

Fissate i 4 lacci alla sagoma del grembiule con degli spilli; fate attenzione a lasciare liberi i capi rifiniti dei lacci. Tenetevi ad 1 cm circa dagli angoli.

Passiamo al retro: piegate la stoffa su sé stessa, ottenendo un rettangolo da 54 x 23 cm, stirate leggermente, sovrapponete il cartamodello, spillate e ritagliate l’eccedenza.

Togliete spilli e carta, aprite e stirate la carta in modo da eliminare la piega e sovrapponete, diritto contro diritto, la sagoma del retro al davanti del grembiule. Facendo attenzione a tenere “dentro” il volant ed i lacci (ben distesi), spillate tutto intorno e cucite a distanza piedino, lasciando un tratto aperto su uno dei lati (io ho utilizzato il piedino da 0,7); così facendo dovreste essere sicure di coprire le cuciture fatte precedentemente per fissare il volant.

Togliete gli spilli, tagliate gli angoli ed eseguite dei taglietti lungo tutti i margini curvi, vi aiuterà a rigirare più facilmente il grembiulino.

Rigirate il grembiulino, passando un bastoncino o una matita dall’interno per fare uscire bene le cuciture tutto intorno. Stirate bene e cucite lungo tutto il bordo tenendovi a circa 0,5 cm dal bordo, chiudendo così il tratto lasciato aperto per rigirare. Se vi piace, potete fare una o più cuciture lungo il bordo inferiore della striscia di tessuto coordinato della pettorina, magari con un filo di colore contrastante.

Il grembiulino è pronto per essere indossato da una piccola ed elegantissima pasticcera in erba!

Consapevole (ahimè) che la maggior parte dei più famosi chef sono uomini… Sto preparando anche la versione da maschietto, tornate presto a trovarmi!

Set da cucina parigino

Mentre iniziano ad arrivare sulla pagina facebook le prime foto per il “Cuci e Vinci” (grazie!! Continuate così!), vorrei dedicare un paio di post alle foto di alcune commissioni e regali realizzati per il Natale appena trascorso. Cominciamo da questo set per la cucina, composto da un grembiule ed una coppia di tovagliette all’americana, d’ispirazione parigina.

Vi sembra di ricordare la stoffa? E’ la versione non-rosa della fantasia di cui ci siamo innamorate quasi tutte la scorsa primavera 😉 Qui l’ho utilizzata in abbinata al coordinato con scritte francesi nere su bianco.

L’abbinamento mi è piaciuto, nonostante l’assenza del rosa, spero l’abbia gradito anche la destinataria 😉

Buon inizio (vero) di settimana!

Cuci e Vinci di inizio anno!

Buon anno a tutti!!

Pensavo a quale potesse essere il modo migliore per iniziare il 2014 e… Che ne dite di un concorso giraffico??

Ecco le regole: realizzate un copriquaderno ad anelli utilizzando uno dei tutorial che trovate su questo blog. Potete scegliere la versione capostipite con il cupcake, oppure la variante portacartamodelli con la macchina da cucire oppure la versione alternativa del ricettario; ma – attenzione – potete anche utilizzare altre immagini, inserire un ricamo al posto di alcune stoffe o personalizzarlo a vostro modo, basta che l’ispirazione per la vostra creazione vi sia arrivata da queste pagine.

Postate una foto della vostra creazione sulla pagina facebook della Giraffa entro il 15 gennaio 2014; successivamente condividerò tutte le foto ricevute e darò il via ai “mipiace!”. L’autrice del quaderno più votato vincerà un set di 5 fat quater coordinati; ci sarà inoltre un premio, che ancora non vi svelo, per tutte le amiche che parteciperanno alla votazione.

Che aspettate? Se non avete già realizzato un quaderno utilizzate questo bel week end lungo che abbiamo davanti per tagliare, cucire e… postare!

In bocca al lupo!

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Codice di Verifica
    captcha

    Digita il codice di verifica (Richiesto)

    archivio

    Le mie stoffe