Archvi dell'anno: 2013

Il regalo più bello

Il regalo più bello di questo Natale appena passato è quello che ho fatto alla mia mamma: il ricamo “Io e te” di Renato Parolin. Lo schema lo aveva scelto lei in una delle nostre gite a Vicenza di qualche anno fa, io l’avevo gelosamente custodito nel cassetto dei “farò”. Recuperato un paio di mesi fa e crocettato a tempo di record (non misuratevi sul vostro braccio, ma sulla mia “zampa”) e finito giusto in tempo per Natale, è stata davvero una sorpresa ben riuscita! Secondo me lei quasi non ci sperava più…

E non è finita qui! Ho ben pensato di confessare che in realtà si tratta di uno schema doppio, ovvero composto di una versione autunnale, con foglie arancio e rosse, e di una primaverile, con foglie verde chiaro e scuro; quindi ho già la seconda tela pronta, gelosamente chiusa nel cassetto dei “farò a breve”!

Speriamo che il 2014 sia un anno pieno di crocette…

Buon Natale!

Arrivo tardi, come sempre nelle ultime settimane, ma arrivo (quasi come sempre): buon Natale a tutte le mie amiche, alle appassionate di stoffe e crocette che transitano periodicamente da queste parti ed alle lettrici occasionali; spero che queste feste vi portino serenità, affetto da parte delle persone care ed un pizzico di tempo in più per voi stesse.

Ho pensato che non c’era niente di più adatto da pubblicare oggi delle tele del SAL Jingles completate; più natalizie di così…

Cominciamo dalla mia: ad esser sincera, non mi sono ancora cimentata con bottoncini e perline, quando ho capito che non sarei riuscita a confezionarlo in tempo per Natale l’ho lasciato un po’ da parte… Però, già così com’è, mi piace un sacco!

Guardate invece che brava è stata la mia amica Marilena: crocette finite a tempo di record, pannello cucito ed esposto ad inizio Avvento, bravissima!

Pari primato anche per Wonder Anna (un nome, un destino, l’ennesima conferma), che ha scelto il colore verde per trasformare il ricamo in pannello. Brava Anna!

Grazie a tutte le amiche che hanno partecipato a questo SAL, spero che chi è rimasto indietro riesca a finirlo comunque, in particolar modo Silvia, che ci è andata davvero vicinissima 😉 Spero ci ritroveremo il prossimo anno con un nuovo progetto crocettoso da condividere. Nel frattempo ancora tanti auguri di buon Natale!

Tartan Coperta Natale 2013

Che Natale sarebbe senza la lotteria delle TartaNrughe??

Quest’anno si è fatta attendere un pochino di più, il progetto scelto era talmente impegnativo, oltre che bello, che siamo arrivate proprio a ridosso del Natale con la nostra tradizionale coperta; ma ora siamo pronte per tentare, insieme a voi, la fortuna, aiutando al tempo stesso un sacco di bambini.

Anche quest’anno il tema della coperta è natalizio, con tante belle immagini e scritte che ci ricordano, in questo periodo difficile un po’ per tutti, quali sono le cose belle ed importanti della vita: la pace, la famiglia, gli abbracci, una risata con un amico…

Trovate tutte le informazioni utili sul sito internet delle Tartanrughe; qui di seguito vi faccio solo un piccolo sunto. Se vorreste avere a casa vostra questa coperta, cucita a mano da molteplici “zampette”, potete comprare uno o più dei nostri biglietti; acquistando un biglietto date intanto 10 euro all’AGMEN FVG, che fa un sacco di belle cose a favore dei bambini più sfortunati. Avete poi la possibilità di vincere la coperta o uno dei premi di consolazione che trovate fotografati sul nostro sito; l’estrazione è basata sul gioco del lotto, quindi massima trasparenza per il controllo dei vincitori. Noi daremo l’intero ricavato dalla vendita dei biglietti all’AGMEN, senza trattenere alcuna spesa. Se il fortunato vincitore non abita a Trieste poco male, riceverà, a nostre spese, un bel pacco proprio a casa sua!

Per prenotare i biglietti potete scrivere a me oppure seguire le istruzioni sul Tartansito. In bocca al lupo!

Nuovi Ghastlies in cucina

Quest’ultima settimana è letteralmente volata ed il blog è rimasto indietro: qualche acciacco fisico (diventerò mica vecchia?!) e troppo lavoro ed impegni extra mi hanno tenuta lontano dalla mia Berni. Sperando di ritornare presto a realizzare almeno qualcuna delle idee che mi frullano in testa, oggi vi mostro l’ultimo tris di tovagliette all’americana realizzate con la stoffa dei Ghastlies, questa volta su sfondo bianco.

E già che avevo in mano queste stoffe… Come non cadere nella tentazione di provare uno degli ultimi grembiulini con loro?? Il risultato è adorabilmente lugubre, voi che dite?

Buon inizio di settimana e buona rincorsa al Natale 😉

Coperta Country Dolls: 7° blocco

Tanto abbiamo faticato per tenere il ritmo in estate, che sembrava la stagione più difficile… Ma arrivate a settembre il progetto comune di Silvia e mio si è arenato per bene dietro a mille impegni e cose da fare. Le bambine dei mesi targate Country Dolls però ci piacciono troppo, quindi la parola d’ordine ora è RECUPERARE!

Quindi, ignorando le ormai rigide temperature di dicembre, oggi vi mostro il blocco settembrino: un tripudio di viola e lilla, in tutti i toni e fantasie, con un meraviglioso verde scuro a pois a fare da cornice con la (lunghissima) scritta del mese.

Sono diventata a dir poco scema con il punto festone, credo sia uno dei blocchi peggiori per la quantità di pezzi e pezzettini da bordare. D’ora in poi andrà meglio, vero?? Ho già scelto i colori anche per ottobre (molto convinta) e novembre (speriamo bene); se qualcuna ha voglia di far pratica con il festone… Porte aperte!!

Buona settimana 😉

Piccoli mostri in cucina

Se il set del post precedente vi è sembrato troppo “zuccheroso”, ecco qualcosa che potrebbe piacervi: una coppia di grembiuli da cucina, adatti a bambini dai 4 anni in su, realizzati con le stoffe “mostruose” di questo autunno.

Per lui: paesaggio mostruoso su fondo verde acqua chiaro, abbinato a delle ragnatele nere e chiuso con tre tasche arancione e nero, su cui corrono veloci degli avventurosi ragnetti.

Per lei: paesaggio mostruoso su fondo lilla, coordinato con ragnatele lilla e viola e chiuso da un romantico ed immancabile volant.

Se vi possono essere utili per i vostri regali di Natale… Li trovate su etsy!

Piccole cuoche crescono

Il post di oggi è dedicato ad un set che mi ha dato particolare soddisfazione, studiato per due bambine (e la loro mamma 😉 ) amanti del rosa e del rosso e dedicato ai loro momenti in cucina. Ho recuperato un po’ di quelle bellissime stoffe con cuori ed alzatine, ho aggiunto un po’ di cotone grigio a pois e… Sotto a cucire!

Partiamo dalla colazione, che è sempre un buon inizio: due tovagliette coordinate, leggermente imbottite e quiltate con cuciture parallele verticali, una tasca per infilare le posate ed il tovagliolino coordinato.

Finita la colazione è ora di mettersi al lavoro; le piccole cuoche indossano i loro grembiulini, pieni zeppi di dolcetti e bellissime torte, speriamo che siano loro s’ispirazione…

Non possono mancare due presine, realizzate cucendo in stile “log cabin” ritagli di stoffe a cuoricini bianchi, rosa, rossi e verde acqua.

Ovviamente non ho resistito ed ho chiuso i grembiuli con una striscia doppia di volant, che rende tutto più elegante e femminile (come se ce ne fosse davvero bisogno, con queste stoffe!!).

Ed ora, che si cucina? Bisogna trovare una ricetta infallibile nel piccolo ricettario delle bambine… E se fossero dei cupcakes alla fragola?

Ecco qui il set in una foto d’insieme: che ne dite? A dir la verità, alla fine avrei voluto che fosse della mia taglia 😉

Ma se vi sembra troppo… zuccheroso, restate sintonizzate; ho in serbo per voi qualcosa di decisamente meno stucchevole!

Bag organizer: romantica Parigi

Ma avete notato quante belle stoffe fanno con Parigi? Secondo me è la città più gettonata dai disegnatori di stoffe… Oppure sono io che m’innamoro di ogni nuova collezione d’ispirazione parigina?! Questi sono gli ultimi acquisti trasformati in due bag organizer dai colori delicati…

Scritte a mano e vecchie stampe, rispettivamente su un azzurro polvere e su un panna, per l’esterno e per l’interno, fantasia a torri Eiffel sul marrone e sul rosa per le tasche.

Stesso abbinamento anche per la seconda versione, cambia solo la predominanza del rosa e del marrone nelle tasche interne ed esterne.

Come nelle precedenti versioni, ci sono nove tasche in cui sistema e ritrovare facilmente tutti i vostri accessori.

Se volete regalare o regalarvi un pensiero originale e handmade… Trovate le bag organizer ed altre proposte nel mio shop etsy!

SAL Jingles di Lizzie Kate: ultima tappa!

Pare ieri, questa bellissima tela grigia, tagliata un po’ storta, comunque enorme, io che non sono brava a fare i conti e decido di utilizzarla tutta, così, per non rischiare, i primi schemi in mano, la scelta dei fili, un po’ di amiche con cui condividere questa nuova avventura ed un briciolo di paura di non tenere il ritmo…

Eccoci invece arrivate all’ultima tappa di questo SAL, con questi bellissimi ricami natalizi spuntati uno accanto all’altro, che presi ad uno ad uno forse non sono tutti strepitosi, ma che visti insieme fanno un figurone!

Non ci resta che ricamare la dodicesima ed ultima tappa nelle prossime due settimane…

…e poi correre di corsa a farlo incorniciare o cucirlo, per esporlo in vista del Natale ormai prossimo.

Non ho fotografato il mio ricamo perché mancano proprio una manciata di crocette per completare l’ultima tappa, ma ci sono, ora mi butto a capofitto sull’ultimo schema.

Buone crocette a tutte le compagne di sal, aspetto di vedere le vostre tele finite 😉

Buon fine settimana a tutti!

Bag organizer: l’accessorio dell’anno

Mentre continuo a vedere sui cataloghi e nelle vetrine le più svariate proposte di bag organizer, io continuo a cucirne di mie, scegliendo nuovi abbinamenti di stoffe, che spero conquisteranno presto il cuore delle mie amiche e delle habituè di questo blog.

Cominciamo dalla nuova coppia di bag in bianco e nero: per chi non vuole sbagliare, per chi vuole l’accessorio sempre giusto, per chi non crede che il nero sia cupo ma solo trendy…

C’è anche una goccia di grigio in questo mix di fantasie “a murrine”, più scuro fuori, più chiaro dentro; sulle tasche si rincorrono ghirigori di biro e finestrelle stilizzate.

Nella seconda ho invertito solo la stoffa delle tasche, più nero fuori, bianco dentro.

Avete visto quanti oggetti potete sistemare? E c’è ancora spazio…

Se per questo inverno avete scelto dei colori più caldi, abbinando marrone, beige e grigio, ecco l’ultima versione della borsa con le borsette, abbinata a nuove fantasie per tasche e taschine.

E voi, di che colore sarete quest’inverno??

Se volete regalare o regalarvi una di queste bag, vi basta un clic qui per entrare nello shop giraffico su etsy 🙂

Nuovi ricettari per le vostre ricette

Oggi vi mostro gli ultimi quaderni – ricettari che ho cucito, continuando a sperimentare questa bellissima collezione di stoffe, con cui si riescono davvero ad accontentare tutti i gusti.

Pensateli come idea regalo natalizia per la mamma, o per l’amica pasticcera, oppure utilizzateli per cercare di strappare alla nonna le sue ricette migliori (la mia non le molla! Dice che fa tutto a occhio 😉 ) e conservarle gelosamente. Se vi va potete ordinarli, in queste o diverse combinazioni, mandandomi una mail, oppure tenere d’occhio il nuovo negozietto etsy dove li caricherò man mano che ne creo di nuovi.

Se invece volete provare a cucirli da voi, andate a scaricarvi i tutorial 😉 E non dimenticate di farmi vedere le vostre creazioni!

Nel caso voleste provarli proprio con queste stoffe, posso farvi avere dei comodi kit con tutto il necessario, basta mandarmi una mail (trovate l’indirizzo in fondo alla pagina).

A presto!

SAL Jingles di Lizzie Kate: undicesima tappa

Ciao compagne di SAL!

Scusatemi per il ritardo con cui posto la nostra undicesima tappa, ma questo fine settimana un po’ più lungo del solito mi ha disorientata 😉

Siete pronte per la nostra nuova tappa? Nei prossimi giorni ricameremo questo:

Se non volete lasciarvela tutta in fondo potete anche iniziare (e finire, se siete brave) la cornicetta che inizia sotto la campana e prende tutta la larghezza del ricamo.

Io sono in pari e la mia tela al momento si presenta così…

…Ma presto compariranno nuove crocette, non vedo l’ora di riprenderla in mano!

Buone crocette a tutte, ci si risente il 16  novembre per dare il via all’ultima tappa.

Bag organizer: e se la riempissimo di dolcetti?

Vi raccontavo nel post precedente che sono stata letteralmente stregata (mai termine fu più appropriato) da questa collezione di stoffe tutta mostri e ragnatele; dopo aver pensato alle più piccole, oggi proviamo a soddisfare la voglia di trasgressione di noi più grandicelle con una bag organizer (guai a chi dice “l’ennesima…”) nera e arancione.

Ragnatele nere per il corpo della borsa, pois per le tasche esterne, ragnetti su fili arancioni per le taschine laterali e per la tasca interna; di certo non passerà inosservata e se per un giorno vorrete usarla per accompagnare i bambini a fare “dolcetto o scherzetto”…. Sarete perfette!

Se non potete fare a meno di questa bag, o di qualche altra creazione giraffica, da oggi mi trovate anche su etsy; il negozietto è aperto da pochissimo ed ha tanta voglia di crescere… Con un po’ d’incoraggiamento da parte vostra sarà più facile 😉

Buon Halloween a tutti!

Vestitini mostruooooooooosi!

Buonasera amiche della Giraffa!

Questa settimana il blog si tinge di nero (per quanto possibile, non è ancora nata la festa che mi farà abbandonare il rosa 😉 ) in vista di Halloween… D’accordo, non è mai stata la mia ricorrenza preferita, ma in queste settimane ho delle stoffe pazzesche, che mi hanno fatto entrare perfettamente nel clima da “dolcetto o scherzetto?”; oggi vi mostro la prima parte della recentissima produzione a tema “mostri e streghette”, dedicata ai vestitini per bambine.

Cominciamo da questo top squadrato, con un folto gruppo di simpaticissimi fantasmi, mostri e streghe, incorniciati da grandi pois neri su sfondo arancione. E’ uno dei modelli usati in estate, è vero, ma nel caldo autunno che stiamo vivendo trovo starebbe benissimo sopra una maglietta nera a maniche lunghe ed abbinato a dei leggins neri, voi che dite?

Taglia 3 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

Per il secondo son ricaduta nel modello “capostipite” delle mie creazioni per bimbe, il vestitino con fiocco e volant, reso questa volta un po’ meno romantico ed un po’ più simpatico dal paesaggio “mostruoso” della stoffa lilla e dai ragnetti e ragnateli che decorano i dettagli. Pensateci se volete fare un regalino “in crescere” o… Averlo pronto per la prossima primavera-estate!

Taglia 1 anno (taglie realizzabili dai 3 mesi agli 8 anni)

Nel prossimo post una creazione “dark” anche per noi bimbe cresciutelle… A presto!

Bag organizer: I love Paris

Per concludere in bellezza la settimana, mentre lavoro a qualcosa di nuovo da mostrarvi la prossima, concludiamo il terzetto di post dedicati alle nuove bag organizer; per quest’ultima ho utilizzato la stoffa parigina dei vestitini che tanto ci sono piaciuti la scorsa primavera, in modo che anche noi “grandi” potessimo andarci in giro (non sarà un vestito, ma è già qualcosa!).

Il modello è sempre lo stesso: piccola ma capiente, circondata di tasche di diverse dimensioni, due manici per tirarla dentro e fuori dalle nostre grandi (e spesso disordinatissime) borse.

Con questa ho finito l’ultima carrellata di borse fotografate… Spero che vi siano piaciute perché sono già al lavoro su stoffe ed abbinamenti nuovi 😉

Buona domenica!

Bag organizer: stile autunnale

Dopo l’esplosione di fantasie del post precedente, vi avevo promesso qualche organizer nei colori autunnali più classici… Ed eccomi qui, con le foto (sono rimaste solo quelle, le bags se le sono aggiudicate in anteprima due amiche) di due borsine nuove; le stoffe riproducono borsette che ci ricordano le nostre agognate Gucci o Vuitton, il tutto accompagnato da fantasie con occhiali e pois per le tasche. Che ne dite?

Questa è l’altra: interno ed esterno sono uguali, nei due modelli, quello che cambia è la stoffa usata per le tasche e le taschine, mantenendo sempre un contrasto fra chiaro e scuro.

Ed anche questa volta vi dico… Non è finita qui!

Bag organizer: autunno a colori

Nelle ultime settimane ho cucito diverse bag organizer; ormai le conoscete, sono delle borse in miniatura che possono essere usate autonomamente oppure, e sarebbe la morte loro, come organizzatrici di borse più grandi, riempendo le numerose tasche e taschine con portafogli, chiavi, penne, fazzolettini, specchietto e tutto quello che volete portare sempre con voi. Ogni volta che cambiate borsetta non dovete far altro che prelevare la vostra organizer e spostarla, con tutto il suo prezioso carico.

Oggi ve ne mostro due, realizzate con delle stoffe coloratissime, d’ispirazione provenzale, piene di casette, fiorellini e uccellini. Lo so, a prima vista sembrano decisamente fuori stagione, ma sono dedicate a chi non vuole rassegnarsi ai colori scuri dell’autunno e dell’inverno e vuole continuare a portare con sé dei toni allegri, quanto meno in borsetta. Se non appartenete a questa categoria… beh, potete sempre volervi preparare per tempo alla prossima primavera, no?

La prima ha la base esterna marrone, l’interno giallo-ocra e tutte le tasche grandi diverse fra loro; le stoffe utilizzate sono tante e si sposano tutte bene fra loro, in un tripudio di colore.

La seconda ha la base esterna di un azzurro intenso, l’interno bianco a casette; le tasche grandi esterne sono di due tonalità diverse, ma entrambe con queste fantasie verticali che adoro.

Se questi temi coloratissimi non vi hanno convinte fino in fondo e preferireste qualcosa che meglio si abbini al vostro nuovo look autunnale… Tornate a trovarmi fra qualche giorno, ci sono nuove borse e tante foto in arrivo 😉

Buon fine settimana!

SAL Jingles di Lizzie Kate: decima tappa

Ciao Salatine (=compagne di SAL, secondo Larry), come va con i vostri Jingles? Siete pronte per una nuova tappa?

Eccola qui!

Per chi sta ricamando i jingles su un’unica tela, secondo lo schema di Lizzie Kate: in questa tappa ricameremo anche la cornicetta sotto questo schema, in modo da avvantaggiarci quanto più possibile sui due schemi finali, che hanno qualche punto in più.

La mia tela oggi si presenta così…

…ma non vedo l’ora di aggiungere i ricami mancanti, ormai sono solo tre!

Ci risentiamo il 1° novembre per la penultima tappa.

Buone crocette a tutte 🙂

La Squinternata n. 2: Frangetta

Degna amica della capostipite Loretta, Frangetta ha un testone di capelli castani raccolti in due treccine, un muso buffo e sorridente, sul quale troneggiano degli occhiali grigi con due piccoli cuoricini rosa.

Il vestitino riesce ad essere sobrio e spiritoso allo stesso tempo, con queste macchie colorate su sfondo grigio perla.

Ma a farla da padrone sono calze e scarpette: le prime a rete fitta grigia con dei poi più scuri, le seconde color antracite, ma ravvivate da due grandi bottoni di due diverse sfumature di rosa.

La domanda ora è: ci fermiamo allo stadio di “segmento”, come dice Larry, o proviamo ad avventurarci in una vera e propria “linea” di bambole?? Io qualche idea già ce l’avrei, voi che dite??

Nel frattempo, se vi siete perse il post sulla storia di Loretta e Frangetta, potete recuperarlo cliccando qui.

La Squinternata n. 1: Loretta

Non paga di avervi lasciato 5 giorni con il post precedente e la vera storia delle Squinternate, per finire la settimana in bellezza ho pensato di pubblicare un paio di scatti delle protagoniste Loretta e Frangetta. Tanto lo so che eravate così prese a sbellicarvi per i fumetti di Larry che mica avete fatto caso ai dettagli delle bambole 😉

Ecco quindi la capostipite, Loretta, una bambolona con la testa grossa, i capelli arancioni con le treccine ed un paio di occhiali vistosi; un vestito multicolore, delle calze a coccinelle e delle scarpine con bottoncino a cuore concludono il look della nostra eroina.

Ispirazione e guida per realizzare queste bambole sono stati i cartamodelli di DollsandDaydreams.

Sapete qual è il problema ora? Riprendermi Frangetta!! Pare che le due siano inseparabili 🙂

Nuove bambole: nome in codice “Le Squinternate”

Ciao lettrici e (e lettori) della Giraffa, il post di oggi è scritto da me, Larry di Larrycette, nota anche come “l’amica squinternata” della nostra Francy.

È con grande onore che ho accolto la richiesta di scrivere questo contributo, poiché l’occasione è solenne: la Giraffa ha creato una nuova linea di bambole. … Oddio, “linea”… linea è una parola grossa, dato che per adesso sono solo due… ad ogni modo, sono più di una, quindi possiamo dire di avere almeno un segmento. Non è importante, però, la quantità delle nuove creature uscite dalla macchina da cucire della nostra sofisticata creativa maculata, bensì la loro bellezza e pregevole fattura.

Ancora una volta, la Giraffa si è superata e ha creato delle bambole tenere, ma non leziose, buffe eppure graziosissime, spiritose e al tempo stesso chic… insomma: non ci sono parole per dirvi quanto siano belle e quanto mi renda felice l’idea che ne riceverò una per il mio compleanno (la Giraffa ha imparato da me, in quanto a sorprese). Sul serio: sebbene io non sia una che fa fatica a parlare, queste bambole mi hanno dato parecchio filo da torcere e sono stata a lungo sulla tastiera a cercare di descriverle, raccontando la loro storia e la loro “personalità”, ma senza mai essere soddisfatta.

Poi, ho capito che la cosa migliore sarebbe stata lasciare che si raccontassero da sole. Ecco, dunque, di seguito

la vera storia delle

SQUINTERNATE

 

Tartan creazioni

Buon fine settimana a tutte le amiche della Giraffa!

Oggi vi aggiorno un po’ sui lavori fatti quest’anno in compagnia delle Tartanrughe: con un divertente lavoro a più mani, abbiamo assemblato gli splendidi ricami realizzati dalle amiche dell’Associazione Sogni d’Oro in questa coperta coloratissima.

Insieme alla coperta abbiamo consegnato all’Associazione anche due coprigambe, ricamati dalle Tartan e cuciti da Silvia, Paola e me.

Adoro questi pupazzi, spero che regalino un sacco di allegria a chi li riceverà.

Ma la produzione non si ferma: proprio in queste settimane siamo al lavoro sulla nuova coperta di Natale, basato su uno dei più bei progetti Art to Heart. Ecco il mio primo blocco!

Se volete seguire l’attività delle volenterose Tartanrughe, cliccate qui 🙂

A presto 😉

SAL Jingles di Lizzie Kate: nona tappa

Buongiorno compagne di SAL! L’autunno si è abbattuto all’improvviso su Trieste, portandosi dietro due giorni di pioggia e vento… Quale clima migliore per continuare la nostra rincorsa al Natale in compagnia dei Jingles della Lizzie? (Visto come sono ottimista stamattina?? Avrò preso troppe sventolate!).

Sfoderate gli aghi ed iniziate senza indugio a crocettare la nostra nona tappa…

N.B. Per le ricamine che seguono lo schema complessivo di Lizzie Kate, va ricamata anche la cornicetta sottostante lo schema dell’ottava tappa.

La mia tela si allunga sempre di più…

Forza ragazze, lo schema di questa tappa è proprio piccino, lo finiremo in un attimo!

Appuntamento al 15 di ottobre (vi marco strette fino a Natale, rassegnatevi) per la nostra decima tappa.

Bag organizer: nuove proposte

Oggi vi presento due nuovi versioni della bag organizer, comoda miniborsa piena di taschine in cui infilare tutti gli oggetti indispensabili per ogni donna, da trasferire giorno per giorno da una borsa all’altra, senza farvi dimenticare qualcosa di fondamentale.

La prima è piuttosto simile alla prima che ho realizzato, le stoffe vengono sempre da La Volpe Rossa.

Questa invece è un esperimento, a parer mio, riuscitissimo: ho utilizzato dei lini color grigio e azzurro polvere, acquistati uno o due anni fa a Vicenza e finora inutilizzati; è stato un po’ più laborioso che con i cotoni, a causa della maggiore rigidezza del lino, ma il risultato mi ha confermato che ne valeva la pena!

Ho appena scelto nuove stoffe ed abbinamenti per le prossime, ci vorrà un po’ di tempo, ma non vedo l’ora 😉

Tutorial: quaderno ad anelli ricettario – bis

Terzo ed ultimo appuntamento di questa settimana dedicata ai tutorial per rivestire e personalizzare dei quaderni ad anelli. Oggi condivido con voi la variante al ricettario con il dolcetto che abbiamo pensato il Giraffo ed io ispirati da questa bellissima collezione di stoffe con cui sto lavorando ultimamente; visto che il risultato ci è piaciuto molto, vi ripeto qui di seguito il procedimento aggiungendo il nuovo disegno. Spero vi sia utile!

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare la ciotola e la paletta;

un pezzettino di carta per adesivare;

un pezzetto di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto.

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il disegno in applichè sul pezzo di lino; potete scaricare il disegno cliccando qui (è già specchiato, quindi lo potete ricalcare direttamente sulla carta per adesivare).

Per rifinire ho usato il punto base tenendomi di circa un millimetro all’interno della sagoma adesivata; se vi piace di più potete usare il punto festone, con un filo a contrasto oppure tono su tono, come vi piace di più!

Da qui in poi il procedimento è uguale a quello descritto per il tutorial del ricettario, a cui vi rimando, ed in men che non si dica avrete il vostro bellissimo ricettario nuovo!

Ne ho subito fatto una seconda versione, con altri colori…

Infine, sperando di farvi venir voglia di cucire in questa prima domenica d’autunno, vi lascio con le immagini dei nuovi porta cartamodelli appena finiti…

A quanto pare non avrò pace finchè non avrò provato tutti gli abbinamenti di colore!

Ciao a tutte!

Tutorial: quaderno ad anelli porta cartamodelli

Continua la settimana dedicata ai tutorial per rivestire e personalizzare dei quaderni ad anelli; vi avevo promesso un’alternativa al ricettario e quindi… Eccomi qui! Questo progettino è dedicato alle amiche sartine, sempre piene zeppe di idee, cartamodelli  e tutorial da archiviare e conservare.

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare la macchina da cucire ed i cuori;

un pezzettino di carta per adesivare;

un pezzetto di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto (in questa versione ho usato solo due fantasie diverse ed ho sostituito una cotonina al lino sul retro; anche questa volta, via libera agli abbinamenti, scatenate fantasia&buon gusto!).

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il disegno in applichè sul pezzo di lino; potete scaricare il disegno cliccando qui  (è già specchiato, quindi lo potete ricalcare direttamente sulla carta per adesivare). Vi consiglio di fare due pezzi diversi per la base e per il pezzo superiore della macchina da cucire e poi di sovrapporli leggermente quando stirate per attaccarli. E abbondate pure con i cuori, anche disegnandoli di dimensioni leggermente diverse.

Per rifinire la macchina da cucire ed i cuori, invece del punto festone, ho usato il punto base tenendomi di circa un millimetro all’interno della sagoma adesivata; è una tecnica che rende molto ed inoltre un disegno così semplice è perfetto per cimentarsi. Provate!

Da qui in poi il procedimento è uguale a quello descritto per il tutorial del ricettario, a cui vi rimando, ed in men che non si dica avrete il vostro bellissimo raccoglitore porta cartamodelli nuovo!

Ed ecco il retro…

Buoni esperimenti! E ricordate… Non c’è due senza tre; a presto!

Tutorial quaderno ad anelli – ricettario

Oggi riprendiamo, dopo la pausa estiva, gli appuntamenti con i tutorial giraffici: progetti semplici, alla portata di tutte le sartine o aspiranti tali, spiegati passo passo.

Questa volta realizziamo insieme un ricettario rivestendo un quaderno ad anelli; avrete sicuramente un cassetto pieno di ricette da sistemare, o sbaglio? Non vi resta che procurarvi il materiale e… Cominciare a cucire!

Cosa ci serve:

un quaderno ad anelli formato A4; quelli che ho usato io sono marca Pigna o Monocromo e sono alti 32 cm (facciata), spessi 4 cm (dorso). Se li trovate un po’ più o meno spessi non è un problema; se invece cambia l’altezza della facciata dovrete rivedere le misure della stoffa;

un taglio di fliselina bianca leggera alto 33 cm;

qualche pezzettino di stoffa per creare il dolcetto;

un pezzettino di carta per adesivare

2 pezzetti di lino e stoffe coordinate delle dimensioni indicate nella foto (io in questa versione ho usato fantasie diverse, ma siete libere di usare la stessa stoffa per i pezzi diversi dal lino… Se non vi va di usare il lino potete ottenere un risultato altrettanto buono sostituendolo con una cotonina. Create gli abbinamenti che più vi piacciono!)

Procedimento:

Per prima cosa realizziamo il dolcetto in applichè centrando il disegno sul pezzo di lino più piccolo; rifinite a punto festone con il colore che più vi piace (io do per scontato che sappiate fare l’applichè con la carta adesivata; se così non fosse, e voleste ricevere spiegazioni proprio dalla sottoscritta, scrivetemi!).

Per scaricare il bellissimo disegno del dolcetto disegnato dalla mia amica Rosi La Riccia apposta per me (voi), cliccate qui!

Riposizioniamo il taglio di lino con il dolcetto al suo posto ed iniziamo ad assemblare le diverse stoffe. Cominciamo dai due pezzi più piccoli (rossi) che abbiamo posizionato sopra e sotto il lino con il dolcetto: sovrapponiamoli diritto contro diritto (attente all’orientamento della stoffa!) e cuciamo a distanza piedino (o,6 cm!).

Stiriamo bene sia sul davanti che sul retro, aprendo bene le cuciture.

Ora cuciamo, sempre sovrapponendo i due pezzi di stoffa diritto contro diritto e mantenendo la distanza piedino, il pezzo appena ottenuto con il rettangolo verde che nella prima foto trovate tutto a destra.

Procediamo nello stesso modo con tutte le stoffe alla sinistra del dolcetto; una volta completata la nostra striscia stiriamola bene.

Misuriamo la lunghezza complessiva della striscia e tagliamo la fliselina (avevamo un taglio alto 33 cm) della stessa lunghezza meno 1 cm. Stiriamo la fliselina sul retro della striscia di stoffa, facendo attenzione a non formare delle pieghe.

Mentre lasciamo raffreddare la fliselina (meglio sarebbe farla riposare qualche ora, ma vedete voi se siete in grado di resistere), recuperiamo il pezzo (giallo) da 34 x 38 cm che abbiamo tenuto da parte e facciamo uno zig zag sui lati lunghi 34 cm (attenzione, nella foto la stoffa vi sembrerà quadrata, ma voi fidatevi delle dimensioni che vi ho scritto, quindi 34 x 38 cm).

Riprendiamo la nostra striscia: pieghiamo ciascun lato corto per circa un cm e stiriamolo bene.

Facciamo una cucitura sul fronte, a distanza piedino, lungo tutta l’altezza; stessa cosa sul lato opposto.

Attenzione ora: posizioniamo la striscia sull’asse da stiro, con il lato diritto verso di noi. Appoggiamoci sopra il quaderno ad anelli aperto e ripieghiamoci sopra i due lati corti della striscia. Dobbiamo fare in modo che i due pezzi indicati dalle frecce siano larghi uguali, quindi facciamo scorrere leggermente il quaderno sulla stoffa e misuriamo finchè non siamo soddisfatte.

A questo punto stiriamo leggermente per segnare la piega, sfiliamo il quaderno e sovrapponiamo il pezzo di stoffa gialla con il diritto verso il basso ed il retro verso di noi. Spilliamo generosamente e cuciamo a distanza piedino entrambi i lati lunghi, senza interruzioni.

Togliamo gli spilli e tagliamo i 4 angoli a filo della cucitura.

Risvoltiamo, prestando particolare attenzione a far uscire bene gli angoli e stiriamo sia il fronte…

che l’interno.

Non ci resta che infilare il quaderno, con cautela, un po’ per lato… Ed ecco pronto il nostro ricettario!

Buon cucito a tutte e se proprio non vi piace cucinare e non avete ricette da riordinare… tornate a trovarmi fra un paio di giorni per una nuova versione del copriquaderno 😉

 

SAL Jingles di Lizzie Kate: ottava tappa

Un caloroso buongiorno alle mie compagne di SAL! Sono rientrata da poco da un bellissimo week end crocettoso in compagnia di tante amiche che condividono la mia stessa passione, mi sono riempita gli occhi di ricami e progetti bellissimi ed ho tanta voglia di completare le mie tele… E d’iniziarne di nuove 😉

Quale stato d’animo migliore per chiedervi… Siete pronte per la nostra ottava tappa? Lo so che alcune sono rimaste un po’ indietro, ma Natale si avvicina una settimana dopo l’altra ed a noi non resta che incrociare ago, filo e tela per cercare di finire il nostro bellissimo ricamo entro il 25 dicembre (magari prima, sarebbe bello riuscire ad incorniciarlo o a realizzare un pannello o… Voi avete deciso che farete della tela finita?).

Ecco qui quello che ricameremo nelle prossime settimane: guardando la foto del ricamo completo mi sembrava tanto grande, ma ora che lo vedo così da solo… E’ decisamente alla nostra portata!

Ad ogni tappa conclusa la tela diventa sempre più bella…

Appuntamento al 1° ottobre per la prossima tappa; buone crocette a tutte…

E non mollate!!

Tovagliette all’americana con i Ghastlies

Nuvoloni scurissimi, pioggia, vento, lampi e tuoni: sarà anche ancora estate, ma a me il clima di oggi fa pensare tanto ai miei personaggi preferiti… I Ghastlies! Quindi oggi è il giorno perfetto per mostrarvi le ultime tovagliette all’americane create con queste bellissime stoffe; se vi sono piaciute sui toni del rosa antico, forse vi piaceranno ancora di più in questa combinazione di grigi, che fanno risaltare le guance e gli altri particolari rosa…

I disegni sono grandi e vanno sfruttati tutti; il risultato è un tris di tovagliette belle grandi, che potrebbero essere utilizzate anche come centrotavola, tanto sono imponenti… Certo, non bisogna essere fifoni, ma questo già lo sappiamo 😉

Ora voglio provarle anche nella versione sfondo bianco, poi decideremo quali rifare per casa nostra (il nostro grande tavolo grigio e nero già le adora!) 😉

 

Bag Organizer: Black & White & Paris

Vi ricordate la mia nuova bag organizer? Le nostre uscite pubbliche insieme hanno suscitato molti commenti positivi, così ho deciso – prima di dimenticarmi come si fanno – di metterne in cantiere qualche altra.

Per le prime ho scelto questa bellissima collezione in bianco e nero, che ben si abbinerà con i colori delle borse autunno-inverno; la stampa dell’esterno e dell’interno riproduce le più note località parigine, mentre le tasche contrastano con ghirigori sul nero e finestrelle stilizzate su fondo bianco.

Una ha all’esterno la fantasia più scura e la tasca chiara, all’interno l’opposto; più difficile a spiegare che a guardare 😉

Ed ecco l’immancabile collage riassuntivo del Giraffo!

Vi piacciono? Allora a presto per nuove combinazioni di colore 😉

Coperta Country Dolls: 6° blocco

Per la serie… e chi ci ferma ora che siamo già a metà??

Continuano con grande soddisfazione le tappe mensili mie e di Silvia nella realizzazione della coperta con le bambole dei mesi ideata dalle Country Dolls. Per il mese di agosto abbiamo scelto entrambe colori vivaci, osando un forte contrasto (soprattutto io, speriamo bene) con i colori dei mesi scorsi; ma si sa, ad agosto fa caldo, si va al mare e si adottano look estremi.

Ecco le nostre bellezze al mare! Questa è la mia (la cosa che adoro di più è la papera-ciambella)…

…mentre questa è quella di Silvia (non è pazzesca la stoffa a fragoloni??).

Finiamo questa mini carrellata recuperando la foto della piastrella di giugno di Silvia (se volete confrontarla con la mia la trovate qui).

In questi giorni ci stiamo confrontando sui colori della Doll di settembre… Silvia ha fatto una scelta troppo difficile da battere, mi sa che la copio 😉

Alla prossima!

Un corredino per l’asilo “mostruoso”

E io che temevo che i mostri spaventassero i miei piccoli amici e le loro mamme… Macchè, tempi e gusti sono cambiati ed i sacchetti mostruosi hanno avuto successo!

Ovviamente ai sacchetti si possono abbinare bavaglini e asciugamani, come abbiamo fatto per la piccola Nina, che si presenterà al primo giorno di nido con questo set mostruosamente coordinato.

Secondo me conquisterà tutti i nuovi amichetti in un lampo…

Buon inizio d’asilo a tutti i bambini!

SAL Jingles di Lizzie Kate: settima tappa

Buona domenica e buon inizio di settembre a tutte le amiche della Giraffa!

Questo primo giorno del mese coincide per alcune di noi con il giro di boa del SAL Jingles; completati i primi sei schemi, passiamo ora alla seconda metà, a partire dal “Fa la la”.

Non è uno dei migliori, secondo me, ma almeno pare piuttosto veloce: direi di approfittarne per guadagnare un po’ di giorni nella nostra rincorsa al Natale. Abbiamo quindi tempo per finire questo schema fino al 15 di settembre. Ci ritroveremo qui il 16 settembre per scoprire la tappa successiva.

Nel frattempo, guardate come si presenta la mia tela: mi piace moltissimo l’effetto del sommarsi degli schemi e dei motivi che li legano insieme. Inutile dire che non vedo l’ora di proseguire, ho già schemi e fili pronti! E le vostre tele, a che punto sono? Fatemi sapere 😉

Alla prossima tappa!

Mini-borsa con fiocco a pois

C’è voluto un temporale e il termometro (leggermente) in discesa per farmi tornare produttiva, evviva! Sto lavorando su più fronti, che tradotto vuol dire che ho 3 progetti in piedi e nessuno finito, quindi approfitterò per mostrarvi una borsina creata qualche settimana fa, letteralmente “su misura” per un’amica. Ho utilizzato questa stoffa a fiorellini su base marrone acquistata un paio d’anni fa piena di buone intenzioni, che non aveva ancora trovato un suo scopo preciso, abbinata ad una fantasia a pois verde acqua della Tilda: accostamento perfetto!

Ormai il Giraffo è lanciato con i collage, non mi resta che assecondarlo…

Buona fine domenica a tutti e che sia una settimana speciale!

Coperta Country Dolls: 5° blocco

Continua anche in estate l’avventura del SAL a quattro mani per la realizzazione (prima o poi) della bellissima coperta con le bambole dei mesi creata dalle Country Dolls.

Con un po’ di ritardo e di stanchezza da punto festone, eccoci giunte al quinto blocco (dai che siamo quasi a metà!), quello del mese di luglio: la bambolina di questo mese mostra spavaldamente il pancino, noncurante dei fiori giganti, carichi di petali (festonati uno ad uno, da notare), che la sovrastano.

Sia Silvia che io abbiamo rispettato abbastanza i colori originari che proponevano un contrasto di gialli e rossi; per me scegliere gli abbinamenti sta diventando sempre più difficile, perché non guardo alla singola piastrella ma a tutti i blocchi realizzati finora, per evitare di accostare colori troppo simili. Per il momento, in ogni caso, siamo piuttosto soddisfatte dei risultati; voi che dite??

Blocco di Silvia

Blocco della Giraffa

Non ci resta che buttarci a capofitto sul blocco di agosto…chissà che non riusciamo a metterci in pari?!

Moda bimbi: Parigi come non l’avete mai vista!

E’ stata la stoffa più ammirata della primavera, ha reso particolarmente accattivanti i miei primi vestiti per bambini nella versione con fiocco e volant; eccola ora riproposta in questa versione leggermente meno frivola, forse un pochino più portabile, in abbinamento ad un pois bianco su grigio.

Taglia 2 anni (taglie realizzabili da 3 mesi ad 8 anni)

Buon Ferragosto!!

Siete pronte per la prova sacchetto? (Per l’asilo, ma non solo)

E’ ormai agosto inoltrato ed in molte famiglie stanno per scatenarsi (sempre che non siano già partiti) i preparativi per il primo giorno d’asilo dei piccoli di casa; che si tratti di nido o di scuola materna, c’è bisogno di un corredino all’altezza della situazione. Oggi vi propongo di abbandonare i classici sacchetti rosa e azzurri per farvi tentare da qualcosa di più originale…

Una serie di buffi mostriciattoli, streghette e fantasmini per l’esterno, ragnetti e ragnatele arancione e lilla per il bordo, mentre all’interno file di ragnetti salgono verso l’altro (si saranno mica rubati la merenda?).

Perdonerete la lunga carrellata, ma queste stoffe mi sono arrivate da poco e le adoro!! Non faccio altro che guardarle e riguardarle… Beh a volte trovo anche il coraggio di cucirle 😉

Se invece avete delle bimbe più romantiche e meno avventurose, ci sono ancora un po’ di ballerine e principesse pronte ad accompagnarle all’asilo…

Questi sacchetti non sono necessariamente destinati a dei bimbi, potrebbero essere molto utili, in diversi formati, anche a noi bimbe cresciute: per riporre la biancheria in valigia, per tenere i nostri prodotti in bagno o i sacchetti della spesa in cucina. Tutto sta a trovare la stoffa giusta 😉

Guardate un po’ questo sacchetto “big size” realizzato per un’amica con le splendide stoffe dei “Ghastlies”… Non sarà un perfetto compagno di viaggio?

Allora mamme, zie, nonne e amiche: siete pronte per la prova sacchetto?? Ricordate che se volete cimentarvi voi stesse nella realizzazione di un sacchetto, potrebbe esservi utile il mio tutorial; se invece non avete tempo o voglia… Scrivetemi!

Buona settimana!

SAL Jingles di Lizzie Kate: sesta tappa

Buongiorno a tutte compagne di SAL, rieccoci qui dopo più di un mese e mezzo; come state? Vi siete rimesse in pari con le tappe precedenti oppure il caldo delle ultime settimane ha sciolto la vostra voglia di crocette? Per fortuna io avevo finito da un po’ la mia quinta tappa, in questi giorni non riesco proprio a tenere l’ago in mano… Ma per fortuna si mormora che un po’ d’aria fresca sia in arrivo a brevissimo, non perdete l’occasione di riprendere in mano il nostro SAL, sia che dobbiate recuperare qualche crocetta, sia che siate pronte per la nuova tappa, perché la prossima arriverà presto…

La mia tela è a questo punto:

Nelle prossime tre settimane ci dedicheremo alla sesta tappa, ricamando lo schema che vedete qui sotto più, per chi sta seguendo lo schema complessivo di Lizzie Kate, i fiocchi di neve previsti sotto il cuore.

Buone crocette a tutte! Ci risentiamo il 1° settembre!

Moda bimbi: dinosauri in rosa

Ci sono piaciuti su fondo bianco, li abbiamo adorati sul blu, ci mancavano solo sul rosa! Chi?? Ma i baby dinosauri di una delle collezioni di stoffe più carine di quest’estate!

Taglia 4 anni (taglie realizzabili da 3 mesi a 8 anni)

Per i dinosauri in rosa ho cambiato modello, scegliendo quello con lo scollo squadrato, ed ho abbinato una stoffa coordinata azzurra: pensatelo indossato da una biondina tutto pepe con degli enormi occhioni azzurri… Secondo me sarà uno schianto!

Dato che i post sui vestitini stanno diventando tanti, ho pensato di creare una nuova pagina del sito dedicata proprio a loro, in modo da riassumere modelli e taglie realizzabili, in modo da avere tutte le informazioni a portata di mano, dovesse venirvi voglia di un vestitino giraffico… 😉

Bagger organizer

Buon venerdì a tutti!!

Oggi vi mostro la mia ultima creatura, frutto di un pomeriggio di cucito intenso ad un corso organizzato dal negozio La Volpe Rossa; a prima vista vi sembrerà una semplice borsa, ma in realtà nasce come un organizer, ovvero “una borsa nella borsa”. Avete presente quant’è difficile traslocare da una borsetta all’altra, specie se sono grandi e piene di cose, come spesso accade a noi donne? Ecco allora la soluzione: una mini-borsetta in cui inserire tutti gli oggetti indispensabili che devono viaggiare sempre con voi, portafoglio, documenti, chiavi, fazzolettini, occhiali, trucchi, specchietto, ecc., ognuna di noi ha la sua lista personale. Quando cambiate look non dovete far altro che prelevare l’organizer e spostarlo nella borsetta prescelta, sicure (o quasi) di non dimenticarvi nulla di essenziale.

Vi confesso che io negli ultimi giorni l’ho usata anche da sola, come una normale borsetta, perché è davvero carina, con tutte queste taschine arricciate; inoltre mi piacciono un sacco le fantasie di stoffe che ci hanno proposto al corso, che sono originali, ma che al tempo stesso ben si adattano a più stili.

Che dite, può diventare una bella idea regalo per questo Natale? In attesa dei vostri pareri io ne sto facendo un’altra, tanto per prenderci mano… 😉

BOM Ryokan: Blocco 11 e 12!

Prima d’iniziare a scrivere il post sono andata a cercare quando avevo pubblicato la prima “puntata” di questo progetto: era il 15 agosto dello scorso anno ed io iniziavo piena d’entusiasmo questi blocchi, alla vana rincorsa di chi li aveva cuciti prima di me, innamorata degli schemi e delle stoffe scelte.

Queste casette hanno vissuto momenti di alti e bassi insieme a me, ma (e non mi sembra vero!)… Sono tutte finite!! Praticamente in un anno, come mi ero ripromessa.

Ecco quindi la penultima…

…e l’ultima piastrella! Ciò non vuol dire che il pericolo “UFO” sia superato, ora bisogna cucire tutti i blocchi fra loro, scegliere un bordo, quiltare, fare il binding…

D’accordo, forse ho fatto solo la parte più facile 😉

Moda bimbi: nuovi dinosauri

A quanto pare le stoffe con i dinosauri sono piaciute a grandi e piccine 😉 Per accontentare una delle mie nipotine preferite ecco un nuovo abbinamento: dinosauri su sfondo blu con coordinato a contrasto fucsia ed interno a cuoricini viola. Mi è piaciuto un sacco questa versione, peccato non aver preso più stoffa!

Taglia 3 anni

L’avete riconosciuto? E’ lo stesso modello del primo realizzato con la stoffa con i dinosauri, ma senza quella pettorina tanto lavorata è molto più portabile e spiritoso; sono sicura che renderà la destinataria, se possibile, ancora più carina!

Buon fine settimana a tutti, se la Bernina non si scioglie, qui si cucirà un bel po’!

Moda bimbi: Gastlies for babies!

Bambine coraggiose ed intrepide, che di “superstizione” non sanno nemmeno il significato, bimbe che se vedono un gatto nero gli tirano la coda, cucciole che se fossero nate vent’anni fa (di più?) avrebbero adorato la Famiglia Addams, bambine che non hanno paura di nulla, né di vecchie case, né di lugubri maggiordomi, nè tantomeno di zie zitelle e arcigne… A queste bimbe sono dedicati i vestitini che vi mostro oggi!

Taglia 2 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

Chi legge il blog da un po’ saprà già che adoro queste stoffe e che desideravo da tempo utilizzarle per dei vestitini; ho resistito un po’, ma poi per fortuna ho incontrato una mamma coraggiosa che non ha avuto paura di osare… Ed ecco qui il risultato!

Taglia 3 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

I due abbinamenti mi piacciono entrambi (forse di più quello grigio); certo non sarà un vestitino da tutti i giorni… Ma volete mettere la figura? Inoltre…. Chi mai oserebbe fare un dispetto a delle bambine vestite con i “Ghastlies”?? Bambini, state in guardia… 😉

P.S.: il Giraffo si è scatenato con photorshop! Io gli avevo chiesto altro, ma devo dire che il risultato mi piace!

Coperta Country Dolls: 4° blocco

Buongiorno amiche, in attesa di un week end che spero sia per tutte piacevole, ma soprattutto ristoratore delle fatiche della settimana, oggi vi aggiorno su come procedono i blocchi della coperta con le bambole delle Country Dolls. Ci eravamo lasciate con un maggio leggermente incompleto (avevo rinunciato – temporaneamente – alle api), ecco quindi la piastrella di giugno.

Quelle che mi conoscono come “amante del rosa” apprezzeranno come, per diversificare al massimo i colori della coperta, ho osato questo abbinamento di azzurri e gialli, sempre estratti dalla collezione Garden Song di Nancy Halvorsen.

Come vedete questa volta mi sono sbizzarrita con le api e, unendo i blocchi di maggio e giugno, ho anche ricamato tutto il “percorso di volo”.

Ho già visto i colori scelti dalla mia compagna di coperta Silvia, che ancora una volta mi ha sorpreso per gli abbinamenti ben riusciti; nella prossima puntata pubblicherò anche le foto delle sue piastrelle.

Buon fine settimana!

P.S. Per chi si fosse appassionata a questi schemi, ecco il sito delle Country Dolls 😉

Moda bimbi: a ciascuna il suo!

Come si vedono le vostre bimbe? Romantiche principesse con guardaroba multicolore o simpatiche ballerine con tutù a righe e chignon?

Che siano principesse o ballerine, quest’estate ci potrebbe essere un vestitino giraffico perfetto per loro!

Taglia 5 anni (taglie disponibili da 3 mesi a 8 anni)

Ho sperimentato il modello che tanto ha spopolato fra maggio e giugno nella versione “parigina” con le nuove stoffe stampate a principesse e ballerine, con coordinati a pois e cuoricini, per accontentare due sorelline davvero deliziose.

Taglia 3 anni (taglie disponibili da 3 mesi a 8 anni)

Quale versione vi piace di più? Io sarò prevedibile ma… Voto per quella rosa!

Moda bimbi: un nuovo – elegantissimo – modello!

Continua in casa Giraffi la sperimentazione di nuovi modelli per vestire in modo chic bambine di (quasi) tutte le età: oggi vi presento un nuovo modello, particolarmente elegante grazie ad un giro di volant sul petto e sull’orlo della gonna ed arricchito da due lunghi nastri di stoffa da annodare sul fondo schiena.

Taglia 2 anni (taglie realizzabili da 2 a 8 anni)

Questo modello è perfetto per una cerimonia estiva, per vestire una cucciola con eleganza ed originalità: avete visto i disegni della stoffa? Simpatici dinosauri coloratissimi, alcuni appena usciti dai loro gusci, si aggirano in mezzo ad alberelli e fiorellini che richiamano i colori e le forme dei coordinati; ho già in mano altre declinazioni di colore, che non vedo l’ora di utilizzare!

Buon fine settimana!

Storia di una coperta speciale

C’era una volta un gruppo di amiche, decise a fare un regalo speciale ad una di loro, che aveva avuto una bellissima bambina; la mamma e le amiche ricamarono su una tela rosa tanti coloratissimi pupazzetti di neve, che uno alla volta arrivarono nelle mani della più alta fra le amiche, quella che sembrava aver più dimestichezza con la macchina da cucire, affinché unisse fra loro i ricami e ne facesse una copertina per la nuova nata.

Per molto tempo la storia è rimasta in stand-by più o meno a questo punto… Si sa ormai che le mie coperte ricamate hanno… ehm… gestazioni abbastanza lunghe 😉 Ma alla fine le idee sono arrivate, un valido supporto grafico anche… E così mi son messa al lavoro! Quella che segue è una breve (in confronto al lavoro…) carrellata fotografica dei passaggi che hanno caratterizzato la realizzazione, per soddisfare eventuali curiosità sul work in progress.

Partiamo dai disegni: per questa coperta non volevo uno schema geometrico classico, ma qualcosa di un po’ più movimentato che mi permettesse di alternare i ricami a delle piastrelle realizzate in applichè. I ricami erano molto diversi fra loro come dimensioni, perciò gli schemi sulla carta sono stati tantissimi! Ad un certo punto, per fortuna, è arrivata Rosi a dare una forma (bellissima) alle mie idee, a scartare quelle meno convincenti ed a tirarne fuori di decisive. Infine, prima di partire, il tutto è passato sotto il mouse scattante del Giraffo, che, come al solito, mi ha fatto uno dei suoi bei schemi in autocad.

La scelta delle stoffe non è stata facilissima, ma per fortuna mi son fatta consigliare dal buon gusto di Rosi e di Irene della Volpe Rossa; le stoffe che mi son ritrovata in mano non mi convincevano ma, iniziando a lavorarle, la mia opinione è presto cambiata.

Sia l’albero, che la casetta spiccavano benissimo sul fondo giallo chiarissimo…

La staccionata, poi, mi è piaciuta un sacco e non sono nemmeno diventata matta a festonarla 😉

La confusione regnava sovrana sul mio tavolo del soggiorno, fra bozzetti, ricami, stoffe scelte e, soprattutto, stoffe da scegliere fra le mie scatole piene zeppe…

Ogni abbinamento riuscito fra i colori dei ricami e le stoffe già inserite era una conquista 😉

Ogni tanto mi chiedevo se a mischiare ricami e patchwork ne sarebbe uscito qualcosa di buono… Ora credo proprio di sì!

Una volta finito il top uno pensa che il più sia fatto, ma per me non è così, io e la quiltatura a mano non andiamo troppo d’accordo… Sono lentissima!

Per questa coperta ho deciso di abbinare alla quiltatura classica, contorni di alcune piastrelle e forme piccole, dei disegni  fatti solo da ago e filo sulle congiunzioni più ampie, cercando di richiamare alcuni temi dei ricami e dei blocchi in applichè.

Così ecco spuntare piccole manopole, vortici, cuoricini e fiori…

E quando pensi che non riuscirai mai a finirla… Basta chiudersi in casa un pomeriggio per fare il binding e………… Eccola finalmente finita!!

Ma manca ancora qualcosa… Un’etichetta che racconti chi sono le autrici di questa creazione: per fortuna ci ha pensato Anna! Susi invece ha pensato ad una splendida sacca, anch’essa ricamata, per riporre la coperta nei periodi in cui non è utilizzata (io purtroppo mi son dimenticata di fotografarla!).

Grazie per la pazienza a tutte le amiche che hanno rispettato i miei “tempi creativi” :p Prometto che cercherò di migliorare 😉

Shark Bibs for Holiday

Avete dei bambini con una fame da lupo, anzi, vista la stagione, dal squalo?? Ecco i bavaglini perfetti, per affrontare con ironia (ma con le idee ben chiare sulla pappa!) l’estate; pieni zeppi di pesci coloratissimi e minacciosi, ma con un retro di morbida spugna e la chiusura con bottone a pressione.

Negli ultimi giorni ho messo mano ad una nuova collezione tutta mare-pesci-pirati; sotto i bavaglini s’intravede un nuovo work in progress…

Buon venerdì!

Moda bimbi: principesse e ballerine!

Principesse moderne, dai gusti raffinati ma trendy allo stesso tempo, che vestono a pois e a righe, che non si vergognano di portare gli occhiali, che alternano acconciature eleganti a codine sbarazzine, che adorano il rosa (persino come colore per i capelli) e scelgono sempre l’abbinamento migliore. Sono loro le protagoniste di questo nuovo top, che abbina un elegante grigio a pois bianchi ad un delizioso “branco” di principessine in rosa-rosso-grigio. Io le adoro e voi?

Taglia 3 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

Ma accanto alle principesse abbiamo anche un intero corpo di ballo! Ballerine con tutù fantasia coloratissimi, che sfoggiano ordinatissimi chignon alti abbinati a coroncine o fiocchetti sui capelli che vanno dal moro al biondo, passando per il rosa e l’arancione; bocche e cuoricino e scarpine a punta con i lacci, sono tutte diverse e tutte bellissime. Le ho usate per realizzare la versione vestito del top di questo e del precedente top.

Taglia 4 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

Se non sapete resistere a queste principesse/ballerine, ma non volete osare con l’abbigliamento… Loro possono stare benissimo anche su un sacchetto da stoffa… O su altro. Gli esperimenti continuano!

P.S.: Ancora una volta grazie al Giraffo, che ha fatto, e soprattutto ritagliato, tutte le foto!

Moda bimbi: top senza maniche

Cominciamo questa nuova settimana con una novità nella “collezione” dedicata ai più piccoli: un top senza maniche, scollo squadrato, un bottoncino a chiudere l’apertura sul retro, lungo fin sotto il sederino, da portare con dei leggings, ma anche con una gonnellina o dei pantaloncini.

Taglia 3 anni (taglie realizzabili dai 2 agli 8 anni)

Il modello è nuovamente della Tie Dye Diva Patterns (li trovo adorabili e spiegati molto bene, nonostante la mia precaria comprensione dell’inglese). Per questa prima versione ho provato un abbinamento bianco-ocra molto bello utilizzando la collezione di stoffe che ha caratterizzato i primi vestitini e grembiulini fatti per Bioest e che piace sempre molto (peccato stia per finire!). Altre versioni ed abbinamenti in arrivo nei prossimi giorni!

Buona giornata a tutti 🙂

contatti

Se volete contattarmi, potete mandarmi una mail a questo indirizzo
oppure compilare il form qui sotto, grazie!

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Codice di Verifica
    captcha

    Digita il codice di verifica (Richiesto)

    archivio

    Le mie stoffe